Ernia iatale cosa mangiare?

 

Ernia iatale cosa mangiare: ecco gli alimenti da evitare

L’ernia iatale è un disturbo che provoca il passaggio di una parte dello stomaco dallo stomaco al torace tramite un’apertura del diaframma. Nella maggior parte dei casi, non presenta sintomi ma, in caso contrario, è opportuno seguire una giusta alimentazione. Ernia iatale cosa mangiare: la dieta è di estrema importanza e consente di controllare tutti i sintomi legati al disturbo in questione come l’indigestione acida o il bruciore di stomaco. Quando si è affetti da ernia iatale, gli acidi presenti nello stomaco risalgono con più facilità verso l’esofago, causando una sensazione di bruciore al torace e alla gola. Molti alimenti possono peggiorare i sintomi. Tra gli alimenti da evitare ci sono sicuramente anche gli agrumi come limoni, pompelmi, arance, succo di mirtilli, limonata, succo di pompelmo, succo di arancia, ecc. Anche il cioccolato deve essere evitato, accanto a tutti i prodotti lattiero caseari come il latte intero, il gelato e gli alimenti a base di panna. Altri alimenti da evitare sono: cibi piccanti, menta piperita, menta verde, aglio, cipolla, olio, burro, alimenti grassi come il pollo fritto, alimenti a base di pomodoro, caffè, tè e, infine, bevande gassate.

Quali sono i cibi da preferire?

Ernia iatale cosa mangiare dieta

Ernia iatale cosa mangiare: meglio optare per frutta e verduta.

Gli alimenti da preferire sono quelli con pochissima acidità che non aggravano i sintomi dell’ernia iatale. Tra gli alimenti da favorire ci sono: banane, mele, fagiolini, piselli, broccoli, carote, cereali, pasta integrale, pane integrale, avena, latte parzialmente scremato o yogurt magro, albumi, formaggi, carne magra, pesce, pollo, acqua, patate al forno, dolci poveri di grassi e torte a base di riso. C’è da dire che ogni persona tollera il cibo in modo diverso e, quindi, potrebbe succedere che gli alimenti consigliati possano dare fastidio oppure che gli alimenti da evitare possano dare sollievo. In ogni caso, gli alimenti devono essere cucinati in maniera sana, cuocendo ad esempio gli alimenti al forno oppure alla griglia anziché friggerli.

Lascia il tuo commento

*