Gastrite cronica caratteristiche principali

Comment

Approfondimenti

Gastrite cronica cause e sintomi

Gastrite-cronica-caratteristiche-principali

La gastrite cronica indica un’infiammazione dannosa della
mucosa gastrica. La gastrite cronica ha varie cause: può
derivare dall’infiammazione della mucosa gastrica ma anche
da lesioni cellulari che non apportano necessariamente stati
infiammatori. Altri esempi di gastrite cronica riguardano
quella dovuta ad una diminuzione dello strato di muco
protettivo, ad alterazioni degli epiteli, a fibrosi conseguente
a lesioni ulcerose. La gastrite cronica viene classificata Di
tipo A quando si sviluppa nel fondo e nella grande curva
dello stomaco. È una patologia autoimmune che stimola la
produzione di anticorpi contro le cellule parietali dello
stomaco. Questo tipo di gastrite comporta acloridria, anemia
perniciosa, atrofia della mucosa e molto più rischio di
carcinoma gastrico. Esiste anche la gastrite di tipo B in cui
l’Helicobacter pylori, mette radici nell’habitat naturale della
mucosa gastrica, dove va a convertire l’urea in ammoniaca,
fenomeno che genera una minore acidità dell’ambiente,
rendendo lo stomaco più soggetto ad erosione da parte delle
sostanze acide digestive. Tutte le forme di gastrite cronica
vengono diagnosticate tramite gastroscopia e biopsia.

Forme di gastrite cronica

Le forme di gastrite cronica più diffuse sono quelle legate
alla presenza del batterio Helicobacter Pylori, batterio molto
diffuso che favorisce lo sviluppo di gastrite appunto, in
forma più o meno grave. Generalmente la gastrite cronica
tende ad evolvere in gastrite atrofica ed ulcera peptica. Tale
tipologia di gastrite viene trattata mediante la
somministrazione di inibitori di pompa come l’omeprazolo,
associato con antibiotici, atti a sradicare la presenza
dell’Helicobacter Pylori. Per attenuare i sintomi della gastrite
cronica è importante anche seguire una dieta alimentare
corretta, andando anche ad eliminare vizi che a lungo andare
risultano estremamente nocivi per la salute, a partire
dall’eliminazione totale delle bevande alcoliche in quanto
l’alcol tende ad aggravare l’infiammazione; è bene anche
diminuire il consumo di caffè ed abbandonare del tutto il
vizio del fumo.

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *