Respirazione vitale e diaframma nell’ernia iatale

Comment

Approfondimenti

Respirazione ed attivazione del diaframma

Respirazione-vitale-e-diaframma-nell’ernia-iatale

L’ernia iatale, come anche altri tipi di ernia, è strettamente correlata alla respirazione e al lavoro del diaframma. E’ noto che colpisce un distretto molto delicato del corpo umano, lo iato (da qui appunto la denominazione di ernia iatale). La parola iato deriva dal latino “hiatus” ovvero apertura. Lo iato in questo caso viene definito diaframmatico, ossia esofageo, in quanto foro fisiologico del diaframma, il muscolo che separa torace ed addome. Per contrastare un problema come l’ernia iatale è importante analizzare un aspetto spesso sottovalutato, quello della respirazione, prima di tutto andando ad attivare correttamente i polmoni, organi vitali atti all’ossigenazione di tutto l’organismo. Ovviamente per agire necessitano di continui stimoli muscolari, che si alternano con inspirazione (presa di aria) ed espirazione (rilascio di aria) ed una fase centrale in cui si mantiene il respiro per qualche secondo (la cosiddetta fase di trattenimento).

Tecniche di respirazione utili in caso di ernia iatale

I tempi e i ritmi di respirazione sono numerosi e tutti differenti tra loro: quello più utile anche in caso di ernia iatale deriva dalle pratiche degli yogin indiani, caratterizzato dall’1-4-2 e relativi multipli tipo 3-12-6, 5-20-10 e 7-28-14, e relativo alle capacità polmonari di ogni individuo. La prima cifra rappresenta i secondi d’inspirazione, la seconda cifra quelli di tenuta dell’aria e la terza quelli di espirazione, da contare sempre mentalmente. Per alleviare
gradualmente i fastidi da ernia iatale sono sufficienti trenta minuti al giorno di questi esercizi di respirazione, da effettuare in maniera naturale e non sforzata. D’altronde è comprovato da vari studi che una respirazione corretta oltre a far assorbire energia all’organismo, permette all’apparato gastrointestinale di disinfiammarsi e guarire. Le tecniche di respirazione non avranno certo peso quanto gli interventi medici specializzati, ma sicuramente potranno giovare nei momenti di maggior fastidio, che nell’ernia iatale si alternano spesso ai momenti di benessere.

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *