Rimedi fitoterapici per l’ernia iatale

Comment

Approfondimenti

Rimedi fitoterapici per l’ernia iatale

La risalita di una porzione dello stomaco verso la cavità toracica nella maggioranza dei casi è una condizione asintomatica, la comparsa dei sintomi si associa alla presenza del reflusso esofageo con manifestazioni di eruttazione da imputare al riempimento di aria che causa un senso di pesantezza gastrica che comporta dolori epigastrici e toracici, per trattare i sintomi vengono consigliati dei rimedi fitoterapici per l’ernia iatale. Dopo aver chiesto il parere del proprio medico si possono assumere alcuni preparati fitoterapici tra cui l’artiglio del diavolo, che deve però essere assunto adottanto un dosaggio basso che vene ben tollerato soprattutto se assunto a stomaco pieno, questo rimedio non deve essere assunto in associazione a farmaci antinfiammatori, in quanto questa combinazione potrebbe accentuare il processo di gastrolesività. Chi soffre di ernia iatale sintomatica può assumere infusi e tisane a base di menta con lo scopo di rendere più agevole i processi digestivi e contrastare al tempo stesso la presenza di meteorismo intestinale. Se si vogliono conoscere altri rimedi naturali utili per lenire la sintomatologia legata all’ernia iatale si può consultare l’articolo Ernia iatale rimedi naturali di tipo fitoterapico.

Altri prodotti naturali di grande aiuto

rimedi fitoterapici per l’ernia iatale

Il soggetto che risente di ripetute alterazioni della funzione gastrica a causa dell’ernazione può ricorrere ad un altro rimedio green offerto dall’achillea, una pianta che può essere assunta secca per la preparazione di un infuso oppure sotto forma di estratto fluido prima dei pasti. Tra gli altri prodotti fitoterapici utili si consigliano l’artemisia e l’arancia amara nella formulazione di estratto fluido, da assumere sempre prima dei pasti; vengono anche raccomandati, con lo scopo di favorire una migliore fase digestiva e per ridurre gli effetti del reflusso gastroesofageo, l’olio essenziale di menta piperita, il miele di lavanda, i succhi di frutta puri di mirtillo e di lampone (vanno eliminati invece i succhi di frutta con ingredienti acidi).

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *